Silvia: «Supero le situazioni difficili scrivendo canzoni»

Articolo di Marco Sestito apparso su 20Minuti/Ticinonline l’8 marzo 2019

In uscita oggi “Potrei essere io”, il nuovo singolo della giovanissima cantautrice luganese Silvia (Andrello)

LUGANO – A seguire la pubblicazione del suo primo ep, “Ricordi inafferrabili” (2016) – messo a punto in solitaria a soli quattordici anni, accompagnandosi al pianoforte -, in queste ore Silvia sta per dare alla luce – su tutte le piattaforme digitali – una nuova canzone, una nuova perla pop oriented, elaborata e forgiata alla perfezione.

Canta l’amore Silvia, l’amore dei suoi 16 anni, a ridosso di riflessioni già mature, sagge. «C’è stato un momento, verso inizio autunno, in cui ho sentito il bisogno di esternare una forte emozione che mi impediva di voltare pagina – ci spiega la ragazza – Ognuno di noi trova un modo diverso per superare una situazione difficile, il mio è scrivere canzoni».

«In ogni mio brano è racchiuso un momento importante della mia vita – prosegue – In questo caso racconto una transizione che mi ha portato ad affrontare e a superare un momento complicato: tutte le emozioni negative sono state spazzate via, lasciando spazio alla voglia di ricominciare».

Il brano è stato registrato questo inverno a Fino Mornasco (Como), presso Auditoria Records, «dove ho fatto arrangiare anche il mio singolo precedente, “Senza arrendersi 1.2” (la rielaborazione di “Senza arrendersi”, traccia di chiusura dell’ep, ndr)».

Perché questa volta la scelta di vestire la canzone con un arrangiamento più complesso e non minimale, come è accaduto per i brani contenuti nella tua prima produzione? «Ero tuttora partita con un’idea pianoforte-voce, che ho inviato subito ad Aki (Antonio Chindamo di Auditoria, ndr): a lui è piaciuta molto e, sulla base dei suoi suggerimenti e dei miei gusti personali, abbiamo optato per un vestito, se vogliamo, un po’ più sgargiante…».

In questo periodo Silvia da chi trae maggiore ispirazione? «Da Ultimo – spiega, prima di concludere – Anche se ascolto sempre volentieri Elodie, Fabri Fibra, Shade, Zara Larsson, Einar, Cardi B, Salmo, Billie Eilish, Luchè, Guè Pequeno ed Emis Killa».

Silvia: “Senza arrendersi 1.2” è anche un video

Articolo di Marco Sestito apparso su 20Minuti/Ticinonline il 22 dicembre 2017

Pochi giorni fa la giovane cantante ticinese Silvia Andrello (15 anni) ha pubblicato il videoclip realizzato in supporto al singolo venuto alla luce lo scorso mese di settembre: “Senza arrendersi 1.2”

LUGANO – Durante l’estate Silvia ha lavorato alla nuova versione di “Senza arrendersi” – intitolandola “Senza arrendersi 1.2” -, traccia che chiude il suo primo ep, “Ricordi inafferrabili”, dato alle stampe un anno fa.

Ora, a distanza di qualche mese, sul web troviamo il clip.

Silvia, raccontami il processo di lavorazione del video… Se non ricordo male, avevi intenzione di curarne la regia, giusto?

«Come credo accada spesso, l’idea iniziale è stata accantonata – non abbandonata – per dar spazio a una collaborazione con Miguel, un amico e collega che canta con me nel progetto “Filling The Music”: ha portato nuove idee, occupandosi nel contempo della regia e del montaggio. Nel video ha anche inserito due coreografie, dando movimento e un pizzico di mistero alla storia».

Dove e quando è stato girato?

«Abbiamo lavorato durante l’autunno, incontrandoci nei week- end e la sera. Le scene sono state girate nei boschi del Luganese, così come in città e al Parco Ciani».

Chi sono i due ragazzi che vediamo con te nel clip?

«Il ballerino è Miguel Chavez, colui che ha curato regia e montaggio, mentre il ragazzo co-protagonista è Giacomo, un amico che si è prestato a improvvisarsi attore… Ed è stato bravissimo, direi! Nel clip  Miguel rappresenta la mia ribellione interiore, quella che non puoi comandare. Infatti, appare all’improvviso, quando non te lo aspetti. Giacomo, invece, rappresenta la stabilità, l’incontro con la parte razionale, la voglia di stare insieme nonostante tutto…».

Lo scorso mese di settembre mi dicevi che eri al lavoro su un  nuovo singolo…

«Durante la realizzazione di questo video ho composto altri brani, oltre a quello di cui parlavo nell’ultima intervista. Nessuno di questi, però, è già stato registrato in studio: ora sto lavorando per far sì che diventino perfetti…».

Cosa stai ascoltando in questo periodo?

«Sto apprezzando molto Ultimo: con i suoi testi mi fa riflettere e riesce sempre a stupirmi».

So che sei sempre indaffarata in mille progetti… Nel prossimo futuro hai anche altri programmi?

«Ho ricevuto qualche richiesta di featuring da giovani rapper italiani che vorrebbero la parte melodica dei loro brani cantata da me…».

E tu hai accettato?

«Ci sto pensando…».

Silvia: è il momento di “Senza arrendersi 1.2”

Articolo di Marco Sestito apparso su 20Minuti/Ticinonline il 6 settembre 2017

La giovanissima cantante ticinese Silvia Andrello ha da poco pubblicato un nuovo singolo

PURA – Abbiamo conosciuto Silvia lo scorso mese di dicembre, nel momento in cui ha pubblicato il suo primo ep, “Ricordi inafferrabili”, dopo avere scritto e interpretato – voce e pianoforte – le cinque canzoni pop oriented che lo completano.

Ora, a qualche mese di distanza dall’esperienza “in solitaria”, Silvia ha deciso di incidere una nuova versione di “Senza arrendersi”, l’ultima traccia dell’ep, intitolandola “Senza arrendersi 1.2”.

Questa volta ha però scelto di servirsi dell’apporto di tre musicisti professionisti – Antonio Chindamo (pianoforte, tastiere, basso), Andrea Gentile (chitarre) e Giordano Colombo (batteria) -, conosciuti negli studi Auditoria Records di Fino Mornasco (Como), dove si è recata per le registrazioni.

Silvia, perché la scelta di “rimodellare” la canzone?

«Un mio caro amico, Umberto Alongi, anche lui cantautore, mi ha consigliato di fare riarrangiare un brano dell’ep, con l’obiettivo di realizzare un singolo radiofonico. Dopo avermi dato una mano con il testo, mi ha presentato Aki (Antonio Chindamo), e lui, nel corso di un attento ascolto dell’ep, ha capito che “Senza arrendersi”, in questi termini, aveva delle ottime potenzialità».

In programma c’è la realizzazione di un videoclip?

«Sì, l’idea è di realizzarlo con l’aiuto di mio fratello – per alcune riprese col drone – e di un amico ballerino per le scene più dinamiche. Io mi occuperò di regia e montaggio…».

Pensi di tornare in studio di registrazione anche con le altre quattro canzoni?

«Non credo. Farò piuttosto qualcosa di nuovo, partendo già con le idee chiare. E questo grazie all’esperienza maturata in studio con Aki».

Sei già al lavoro su nuove canzoni, quindi?

«Durante l’estate ho scritto un brano che potrebbe trasformarsi nel mio prossimo singolo…».

So che hai tenuto un primo concerto lo scorso 30 dicembre all’Osteria Teatro di Banco. Stai pensando al prossimo?

«Il mio desiderio è quello di esibirmi sul palco di un festival oppure nelle vesti di “supporting act” di qualcuno già molto conosciuto… Spero possa accadere quanto prima…».

Info: silviaandrello.com

Nuovo brano in uscita!

Copertina copia

“Senza arrendersi” è il brano acustico nr. 5 del mio EP.

Ho deciso di farlo arrangiare presso Auditoria Records. Il risultato mi riempie di orgoglio. Sono molto soddisfatta 😉

Un grazie di cuore a Umberto per aver creduto in me, avermi aiutata a completare il testo della canzone e grazie soprattutto per avermi fatto conoscere Aki, una persona davvero meravigliosa!

Mercoledì 5 luglio presenterò il brano a Rete3, alle 20:10.